domenica 16 dicembre 2012

Le 10 peggiori ferrovie italiane

Legambiente, martedì 18 dicembre, ha indetto una campagna di mobilitazione dei pendolari, denominata Pendolaria, rafforzata anche dalla pubblicazione della lista delle 10 peggiori linee ferroviarie italiane.Ecco quali sono:
  • La Circumvesuviana che trasporta 105mila pendolari al giorno, vedendosi ridurre le corse del 40%;
  • la Roma-Viterbo sia via Civitacastellana (ATAC) che trasporta 75mila persone al giorno, sia via Capranica (FR3 di Trenitalia);
  • la Pinerolo-Torre Pellice che è stata definitivamente soppressa insieme alle altre 11 linee piemontesi;
  • la Padova-Venezia Mestre, la più affollata del Veneto;
  • la Genova Voltri-Genova Nervi che trasporta 25mila viaggiatori al giorno alla velocità media di 25 km/h;
  • la Viareggio-Firenze dove verranno chiuse sette stazioni, lasciando l'autobus come unica scelta, a migliaia di persone;
  • la Stradella-Milano dove si viaggia al freddo e al buio su convogli Trenord;
  • a Sud abbiamo la Palermo-Messina dove sono necessarie 4 ore di viaggio (per il 55% a binario unico) per coprire i 225 km che dividono le due città con stazioni nel più totale degrado;
  • la Bologna-Ravenna dove i disservizi sono all'ordine del giorno;
  • la Potenza-Salerno dove anche gli Intercity non raggiungono i 50 km/h.
Il rapporto si conclude dicendo che il 2009 è stato l'unico anno nel quale sono stati destinati fondi sufficienti alle ferrovie. Dopo quell'anno i fondi si sono ridotti facendo si che venissero chiuse le numerosissime linee piemontesi, abruzzesi e molisane. Con il nuovo orario vengono sostituiti da autobus anche i treni della Taranto-Sibari.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento